Il sabato pomeriggio ho presentato il terzo volume della collana Gradi di Carta, un libro che raccoglie antichi documenti di liquorifici e distillerie italiane, riproduzioni di splendide testimonianze pubblicitarie e foto di bottiglie d’epoca.

Pur molto lontani tra loro nel tempo e nello spazio (l’esemplare più antico è del liquorista torinese Vincenzo Audifreddi e risale al 1882, il più recente è stato spedito dalla distilleria marchigiana Varnelli), questi storici reperti di corrispondenza hanno un comune denominatore: quello della loro raffinata grafica e dell’eleganza decorativa che li contraddistingue.

Altre news